CHI SIAMO
AUDIOTEL
VOCE
INTERNET
NEWS
CONTATTACI
Buon Pomeriggio
Giovedi  22  Febbraio  2018
servizi e mezzi per le telecomunicazioni
NEWS
ALTRE NEWS
LA TRUFFA DELLE TELEFONATE A 899 E 144

Denunciata la “maga” dei telefoni

UMBRIA: FRODE TELEFONICA SCOPERTA DA POLIZIA POSTALE, 133 DENUNCIATI

Scoperta dalla Polizia Postale di Imperia una maxi truffa telefonica dell´899 da 6 milioni di euro

Perugia, Polizia Postale scopre truffa numero 899: due arresti

Truffa della camorra al telefono


Chiamate all´899 mai fatte ma pagate dagli utenti Telecom
Grazie ai badge di alcuni funzionari i collegamenti dalle centrali: 12 euro per ogni squillo

Ignari pugliesi dormivano, mentre sul loro conto telefonico venivano addebitate chiamate agli "899", numeri speciali per servizi i più disparati, quali l´oroscopo del giorno dopo, le previsioni del tempo e del lotto, la cartomanzia.
Una maxitruffa, da centinaia di migliaia di euro, consumata a livello nazionale, che sarebbe stata gestita dalla camorra napoletana con ricadute in Puglia. Tra i referenti della nota struttura mafiosa ci sarebbe infatti anche un gruppo di baresi, ex contrabbandieri della zona di Polignano, con competenze tecnico-informatiche e riciclatisi in altre attività dopo lo stop dato al fenomeno criminale dalle forze dell´ordine.
È quanto emerge da un´indagine condotta dagli uomini della Dia (la Direzione investigativa antimafia) di Bari e coordinata dal pm Lydia De Iure. Dall´ascolto di intercettazioni, gli investigatori hanno ricostruito le sottili tecniche con cui agivano gli otto pregiudicati e la destinazione finale del denaro sottratto agli utenti. Grazie alla complicità di funzionari Telecom, utilizzavano alcuni badge clonati per accedere alle centrali di quasi tutti i comuni pugliesi, agganciandosi alle linee degli utenti che a quell´ora (solitamente fra le 20 e le due di notte) dormivano, e telefonando ai numeri che iniziavano con 899. Addebitavano quindi, per ciascuno, uno scatto alla risposta di 12.50, chiudendo subito dopo per non attirare l´attenzione con bollette gonfiate. Non a caso, sono stati pochi quelli che hanno notato in bolletta una differenza di importi.
Una pratica "spalmata" su tutti gli abitanti del comune preso di mira a rotazione, che in poche ore faceva lievitare il "monte telefonate" di migliaia di euro: in un caso, infatti, in soli quattro giorni sarebbero riusciti ad accumulare oltre 100mila euro. Il denaro, così sottratto ai titolari del conto, finiva parzialmente nelle casse Telecom (circa 10 euro dei 12.50), mentre la restante parte era destinata a call center, tutti informatizzati, ubicati in Campania e gestiti dalla criminalità locale. Da lì i soldi prendevano altre strade, dopo aver adeguatamente retribuito i "soldati" all´opera nelle diverse regioni.
Sul caso dei numeri 899 si sono mobilitate numerose associazioni di consumatori, che hanno sottoposto il problema alla Telecom Italia rea, a dire dell´Aduc ad esempio, di non aver "troppo curato la sicurezza delle infrastrutture, favorendo indirettamente il perpetrarsi di truffe come quelle scoperte". Il tema è ora oggetto di un fascicolo di inchiesta che potrebbe riservare importanti sviluppi.


Data:  Giovedi  29  Aprile  2010

Fonte: http://bari.repubblica.it di MARA CHIARELLI