CHI SIAMO
AUDIOTEL
VOCE
INTERNET
NEWS
CONTATTACI
Buon Giorno
Mercoledi  25  Aprile  2018
servizi e mezzi per le telecomunicazioni
NEWS
ALTRE NEWS
La Gdf segnala sette emittenti all´Agcom per programmi porno in fascia protetta


Sette emittenti televisive satellitari abusive sono state segnalate all´Agcom perché trasmettevano film pornografici anche nelle fasce orarie protette (senza meccanismi di controllo selettivo a tutela dei minori) e otto persone sono state denunciate. E´ il risultato dei 26 controlli eseguiti dalle Unità Speciali della Guardia di Finanza, in collaborazione con l´Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Agcom.

Secondo quanto riferisce la GdF, gli accertamenti, durati più di un anno, hanno evidenziato che le emittenti erano tutte abusive, in quanto prive dell´autorizzazione dell´Agcom. Per trasmettere i programmi nei Paesi comunitari si avvalevano di operatori di telecomunicazioni nazionali ("teleporti"), incaricati di veicolare i segnali nell´etere.

Le indagini delle Fiamme Gialle hanno inoltre consentito di riscontrare che i rappresentanti legali di alcuni centri servizi hanno prodotto false dichiarazioni indicando tipologie di servizi offerti al pubblico (quali cartomanzia, astrologia, previsioni del lotto, etc.), diverse da quelle, di carattere erotico e pornografico, pubblicizzate dalle emittenti satellitari, al fine di ottenere l´assegnazione delle numerazioni (con prefisso 899, 892 ed altri) dai gestori telefonici.

In seguito all´operazione condotta dalle Unità Speciali le emittenti satellitari, ricadenti sotto la giurisdizione italiana, sono state segnalate all´Autorità per violazione degli obblighi di programmazione a tutela dei minori stabiliti dal Testo Unico della Radiotelevisione.

Nove centri servizi sono stati inoltre segnalati per non aver indicato il costo del servizio a carico dell´utente, così come previsto dalla regolamentazione di settore, mentre due titolari dei centri servizi sono stati denunciati per violazione dell´art. 483 c.p. ("Falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico") e otto persone sono state denunciate all´Autorità Giudiziaria per il reato di cui all´art. 528 c.p. ("Pubblicazioni e spettacoli osceni").

Le attività investigative sono state condotte nell´ambito di un progetto della Commissione Europea, volto a contrastare la violazione delle norme a tutela dei minori contenute nella direttiva "Televisione Senza Frontiere", attraverso la creazione di una banca dati delle denunce riguardanti programmi


Data:  Martedi  20  Ottobre  2009

Fonte: punto informatico